Sommer Zirbenweg

Santuario Maria Larch

Luogo suggestivo nella regione Hall-Wattens

La leggenda intorno a Maria Larch

Magdalena Bogner, una contadina del maso Spieltennerhof a Schlögelsbach ne fu l’iniziatrice. Quando percorreva la via per Terfens si sentiva sempre attratta da un determinato larice e si lì si fermava a pregare. Quando nel 1665 lo raccontò a Johann Weiß, l’usufruttuario di St. Martin in Gnadenwald, costui realizzò di persona una statua della madonna in argilla affinché la contadina la fissasse a questo larice. Ella portò il prezioso regalo a casa e suo marito pose la statua in una nicchia del larice. Un tettuccio proteggeva l’immagine dalla pioggia e sul terreno fu posto un piccolo blocco affinché la gente potesse inginocchiarsi comodamente durante la preghiera. Ben presto anche altre persone cominciarono a raccogliersi in preghiera ai piedi del larice della madonna, il Maria-Lärch. Poco tempo dopo fu eretta una cappella in legno, che dopo soli pochi anni fu sostituita da una in pietra. Nel 1718 questa cappella fu ampliata. Giuseppe ll d’Asburgo-Lorena ne fece un santuario e l’oggetto del culto fu trasportato a Terfens. La cappella fu riaperta nel 1796 con l’oggetto che nel frattempo era stato riportato. All’inizio degli anni Novanta del Novecento il piccolo santuario fu restaurato e nelle regioni di lingua tedesca ha acquisito una notevole fama.

L'ensemble di Maria Larch

Il luogo di potere consiste in un insieme di tre edifici: la chiesa di pellegrinaggio, l'adiacente casa del pozzo con la sorgente curativa e la piccola cappella delle apparizioni un po' più a ovest - è qui che si dice che si trovasse il larice.

Cappella delle apparizioni:
La cappella delle apparizioni è un semplice edificio del XIX secolo con un'apertura ad arco tondo e una volta scanalata, e un cancello in ferro battuto. La cappella non è, come erroneamente supposto, il luogo dell'apparizione.
Dopo la guarigione miracolosa di Maria Jenewein e l'apparizione della Madonna al larice, era diventata un'abitudine per i pellegrini prendere schegge di legno dall'albero dell'apparizione vicino alla chiesa e, quando era stato rimosso per motivi di sicurezza, dai larici circostanti. Le schegge di legno erano considerate un amuleto popolare e fortunato. Intorno al 1719, Christoph Weinhart, il proprietario della foresta sopra la Cappella delle Apparizioni, fece martellare delle rotaie di ferro intorno al tronco di un larice lungo il sentiero, che era stato anche abbattuto dai pellegrini, e fece costruire una cappella da campo. Il dipinto a olio nella cappella mostra l'incidente con Maria Jenewein come lei stessa lo descrisse al pittore.

Casa del pozzo:
Direttamente sul sentiero a sud-est sotto la Gnadenkapel si trova la cosiddetta "cappella dell'acqua", un edificio del 1720 circa, con all'interno ghirlande di frutta stuccate. Anche la vasca della fontana in marmo rosso Hagau risale all'epoca della costruzione. La statua di San Floriano è stata rubata anni fa, ma è stata recuperata e da allora è stata sostituita da una copia.
Si dice che l'acqua destrorotatoria che sgorga dalla fontana della cappella dell'acqua abbia poteri curativi che non sono ancora stati provati scientificamente. Tuttavia, numerosi credenti vicini e lontani vanno regolarmente a prendere l'acqua "guaritrice".

Chiesa del pellegrinaggio:
Non è solo l'acqua che parla per questo luogo di potere: il Prof. Jörg Purner, un radiestesista (la radiestesia è la capacità delle persone di percepire i raggi della terra con l'aiuto di pendoli e altri mezzi), ha determinato un campo energetico per l'interno della chiesa che irradia una speciale energia edificante, che ha un effetto positivo sulla persona che entra nella cappella. È un fatto indiscusso che i luoghi di pellegrinaggio sono spesso sorti in luoghi che erano già stati scelti dai nostri antenati pagani come luoghi speciali per i loro atti cultuali.

Via della riflessione:
Il 22 ottobre 2000, alla presenza dell'ex vescovo Dr. Reinhold Stecher, è stato inaugurato il "sentiero di contemplazione" per Maria Larch, che conduce dalla chiesa parrocchiale attraverso il Schmiedwegl e il vecchio Larchweg al luogo di pellegrinaggio e le cui stazioni sono state progettate da artigiani locali.

Sentiero circolare Maria Larch

Themen

Luoghi suggestivi nella regione Hall-Wattens

Torna alla panoramica