EstateInverno
Menu

Jakobus Stainer, il "padre del violino tedesco"

Figlio di un minatore che lavorava nella miniera di Hall, nacque attorno all'anno 1617. Non sappiamo quasi nulla della sua infanzia e adolescenza.

Si presume che fosse Singknabe (cantore) e avesse imparato prima il mestiere di falegname. E' abbastanza certo che nel 1640 si sia recato a Cremona, il centro dell'arte liutaria, dove apprese le basi che diedero vita al suo talento.

Nel 1645 si sposò ed aprì la sua bottega ad Absam. Realizzò diversi strumenti di qualità eccellente alla corte di Innsbruck suscitando l'entusiasmo dell'arciduca Ferdinando Carlo, un amante della musica e del teatro. Egli conferì a Stainer il titolo di "servitore arciducale", che l'imperatore Leopoldo I in seguito elevò a "servitore imperiale". Sin da subito Stainer godette la fama di liutaio straordinario. Vendeva i suoi strumenti dal suono dolce a grandi conventi e monasteri, ai musicisti di corte e alle orchestre del duomo di Innsbruck, Monaco, Salisburgo, Kremsier (Olmütz), Bressanone, Bolzano, Merano, addirittura alla corte dei reali di Spagna.

Stainer non ha lasciato seguaci o alunni perché voleva "rimanere solo e senza eredi o alunni, voleva che l'arte perisse con lui e i suoi violini venissero in seguito valutati molto". Eppure la liuteria nella nostra regione è rimasta viva. Il liutaio di Hall Arnold Posch continua la tradizione e nelle visite guidate avvicina gli ospiti a questo mestiere e alla storia della liuteria.

Contatto:
Geigenbaumeister Arnold Posch
Schlossergasse 11
A-6060 Hall in Tirol
Tel: +43 (0)5223-54 290

Si narra che ...