EstateInverno
Menu

Arrampicata

Karwendel - Halltal - Absam

Che la regione Hall-Wattens sia un vero e proprio paradiso dell'arrampicata lo confermano anche esperti di fama. Heinz Zak, il grande arrampicatore e alpinista spericolato del Tirolo, è entusiasta delle nostre pareti:

"Sorprendentemente adatto per l'arrampicata nel massiccio del Karwendel è il territorio attorno a Halleranger", osserva.

"È una zona ancora incredibilmente incontaminata ed è una sensazione del tutto particolare stare appesi alle pareti settentrionali, percepire il profumo dei prati dei pascoli alpini che sale verso l'alto e sentire il suono delle campanelle delle mucche", esclama il professionista della montagna.

Non è proprio l'esperienza "tipica" dell'arrampicatore, ma qualcosa di molto particolare.

Le rocce sono buone, i tour in gran parte attrezzati e nei tratti non predisposti ci si può comunque assicurare bene. I giri classici hanno un grado di difficoltà più o meno 6, ma ce ne sono anche alcuni più facili tra il 4° e il 5°.

Chi vuole sperimentare situazioni estreme, può tentare alcuni itinerari che Heinz Zak ha allestito tra 8° e 9° livello. Nel territorio del massiccio del Karwendel che fa parte della regione Hall - Wattens ci sono 7 palestre di roccia.

Panoramica delle arrampicate nella Halltal e delle 7 palestre di roccia nonché itinerari sulla piantina:

Arrampicata nella Halltal e sull'Halleranger nel massiccio del Karwendel

La Halltal, un solco lungo dieci chilometri, porta dalla valle dell'Inn fino al massiccio del Karwendel. Questo gioiello di romanticismo originario sopra Hall e Absam è profondamente incastonato tra il massiccio del Bettelwurf e la dorsale verde delle Zunterköpfe. I primi alpinisti arrivarono nella Halltal solo tanto tempo dopo i minatori. Nella seconda metà del XIX secolo si può dire che i montanari abbiano "conquistato la montagna": l'amore e la passione per i monti li hanno portati a conquistare cime e creste selvagge, creare sentieri e costruire rifugi.
Nomi altisonanti raccontano la storia della montagna nel massiccio del Karwendel. Dal 1860 grandi montanari e scalatori aprono il territorio del Karwendel: Hermann von Barth, Otto Ampferer, Hammer, Pock, Wechner, Melzer, Spötl, Gsaller, Dibona, Herzog, Rizzi, Spindler.
Dopo la II Guerra Mondiale sono Hias Rebitsch, Kuno Rainer, Wastl Mariner, Frenademetz, Hermann Buhl, Erich Kienpointner, Karl Gombocz, Vigl, Klier, che scrivono la storia dell'arrampicata, seguiti dalla generazione successiva: Felix Kuen, Werner Haim, Walter Spitzenstätter, Oppurg, Hannes Gasser, Otti Widman, Kurt Schoiswohl. Hall e Absam hanno dato i natali a grandi arrampicatori: Ernst Knapp, Walter Larcher, Erich Kienpointner, Karl Gombocz, Luis Vigl, Fritz e Karl Anker.
L'arrampicata è considerata una delle attività sportive tradizionali del Tirolo e nella regione di Hall vanta una lunga tradizione, di antica data è l'apertura dei primi percorsi nel Karwendel, a tutt'oggi molto frequentati. Con sette palestre di roccia l'Alpenverein Hall offre nella Halltal un eldorado per i "boulder" vicino alla città, all'ingresso del Parco Alpino del Karwendel. La regione Hall-Wattens sta diventando il paradiso riscoperto degli appassionati della scalata. Gli audaci scalatori del Tirolo sono entusiasti delle pareti vicino alla valle dell'Inn. Si prestano particolarmente bene per questo sport la Halltal e il territorio attorno a Halleranger, zone incontaminate, dove si vivono esperienze uniche, sospesi sulle pareti nord, sopra il buon odore dei pascoli di alta montagna. Le rocce sono buone, i percorsi in gran parte attrezzati. I giri classici hanno un grado di difficoltà più o meno 6, ma ce ne sono anche alcuni più facili tra il 4° e il 5°. Chi vuole conoscere il lato estremo, può cimentarsi su percorsi tra l'ottavo e il nono livello.

Sette palestre di roccia

• "Sonnenplatten“
• "Wasserrohr unterer Teil“
• "Wasserrohr oberer Teil“
• "Halltaler Klettergarten Hauptwand"
• "Biotope"
• Lastre "Plattenturm“
• "Haller AV-Klettergarten Ochsenbrunnen / Jungmannschaftsturm

Le lastre "inclinate" si trovano di fronte a St. Magdalena e sono ottime per i principianti. La parete "Winklerwand“ è stata completamente risistemata da Reinhold Scherer e sono stati allestiti numerosi nuovi percorsi. La palestra di roccia "Durchschlag“ si trova 15 minuti sopra l'Hallerangerhaus, sulla via che porta al valico Lafatscherjoch. E sembra quasi incredibile, ma c'è addirittura ancora spazio per nuovi percorsi sulla leggendaria parete nord del Lafatscher. Qui lo scalatore trova linee che non hanno eguali, difficoltà omogenee, rocce fantastiche e un ambiente incantevole.